Home Plastica

Plastica

Potato Plastic: la nuova “plastica di patate” biodegradabile

Uno studente di design svedese ha trovato una soluzione per ridurre il consumo di plastica usa e getta. Si tratta di “Potato Plastic”, una plastica alternativa biodegradabile e compostabile a base di patate che ha il vantaggio di potersi decomporre in soli due mesi. I prodotti realizzati con questa nuova "plastica" a base di patate sono resistenti e flessibili come la plastica tradizionale, ma con la differenza che non inquinano l'ambiente.

Recuperate 5 tonnellate di plastica grazie alle reti dei pescatori italiani

Quasi 5 milioni plastica sono finite nel giro di 6 mesi nelle reti a strascico dei pescatori di Tirreno e Adriatico. Per legge i pescatori sarebbero obbligati a ributtare i rifiuti a mare, l’operazione di recupero è stata possibile grazie a un progetto sperimentale. Intanto l’Italia resta in attesa di una norma ad hoc.

Trovate tracce di microplastiche nel 90% del sale da cucina

Microplastiche anche nel sale da cucina. Questo è quanto emerge da una recente ricerca nata dalla collaborazione tra Greenpeace e l'Università di Incheon in Corea del Sud, pubblicata sulla rivista Environmental Science & Technology. È stata rilevata la presenza di microplastiche in 36 dei 39 campioni di sale da cucina analizzati, provenienti dai luoghi più disparati del pianeta.

Ad Amsterdam si pesca la plastica dai canali per trasformarla in...

A ripulire le acque di Amsterdam dalla plastica ci pensano i turisti. Marius Smit ha fondato Plastic Whale, un'impresa sociale che si pone l'ambizioso obiettivo di ridurre l’inquinamento, unendo l'utile al dilettevole. Un’idea che fino ad oggi ha coinvolto 15mila persone, che salendo su una barca armate di reti da pesca raccolgono i rifiuti di plastica abbandonati nei canali della città.

Una bottiglia di plastica di quasi 50 anni è stata ritrovata...

Una bottiglia di plastica di quasi 50 anni è stata ritrovata intatta sulla spiaggia di Burnham in Inghilterra. "È scioccante quanto a lungo la spazzatura possa sopravvivere e alla fine danneggiare la natura" afferma la guardia costiera che ha trovato l'oggetto ancora intatto dopo circa 50 anni. Il problema dell'inquinamento da plastica è sempre più attuale e dopo questo episodio, la guardia costiera di Burnham ha esortato le persone a ridurre l'uso di plastica e ad assicurarsi di smaltire la spazzatura nei cassonetti, soprattutto in spiaggia.

Italia: solo cotton fioc compostabili e stop a microplastiche

Stop ai cotton fioc non biodegradabili a partire dal primo gennaio 2019. Dal 2020 non si potranno vendere cosmetici contenenti bioplastiche. Il ministro dell’Ambiente Costa conferma e rilancia l’impegno che l’Italia aveva già assunto a fine 2017.

Ikea dice stop alla vendita di cannucce di plastica, l’ultima è...

Ikea non venderà più cannucce di plastica usa e getta nei negozi del Regno Unito e dell’Irlanda. L'azienda svedese ha deciso di celebrare questa scelta esponendo l’ultimo esemplare di cannuccia al Museo del Design di Londra, con un’installazione temporanea, intitolata The Last Straw, che ha lo scopo di sensibilizzare i consumatori sui migliaia di cambiamenti quotidiani che tutti possiamo apportare per avere un grande impatto sul pianeta.

Parma, l’economia circolare è al distributore automatico

Un contenitore speciale, posto accanto ai distributori automatici, dove buttare i bicchieri e le palette, che così verranno riciclati in maniera più semplice ed economica. Succede a Parma, dove sta per partire il primo progetto pilota che applica l’economia circolare alle macchinette che distribuiscono bevande. Un settore che sono in Italia ha 20 milioni di consumatori e genera tonnellate di rifiuti.

VinylPlus si impegna a riciclare 900.000 tonnellate di PVC all’anno entro...

VinylPlus ha dato seguito alla richiesta della Commissione europea di impegni volontari per aumentare il riciclo delle materie plastiche impegnandosi a riciclare almeno 900.000 tonnellate di PVC all’anno in nuovi prodotti entro il 2025, un contributo significativo all’obiettivo complessivo di 10 milioni di tonnellate fissato dalla Commissione per l’industria delle materie plastiche. Guardando oltre, VinylPlus si è inoltre impegnato a riciclare almeno 1 milione di tonnellate all’anno entro il 2030.

La risposta biodegradabile di Novamont all’inquinamento da microplastiche

Novamont presenta una linea di cosmetici realizzati con ingredienti biodegradabili, che si pone l'obiettivo di ridurre l'inquinamento da microplastiche. Una delle cause dell'inquinamento delle acque sono infatti le microplastiche non biodegradabili contenute nei prodotti cosmetici che vengono riversate nei mari ogni giorno. Nasce così CELUS-BI®, un nuovo standard di innovazione per il settore. Si tratta di un prodotto realizzato con ingredienti biologici, completamente biodegradabili e con eccellenti performance tecniche, comparabili a quelle delle microplastiche tradizionali.