Home Vita sostenibile

Vita sostenibile

Basta cibo nella spazzatura: il decalogo contro lo spreco alimentare

Di cibo se ne spreca troppo! Ciascuno di noi ogni anno ne butta nella spazzatura 37 chili. Intanto, nel mondo, 815 milioni di persone soffrono la fame. Andrea Segrè di Last Minute Market fornisce un decalogo all’insegna dello #sprecozero.

9 mila tonnellate l’anno di lana appena tosata finiscono in discarica

Ogni anno quasi 9 mila tonnellate di lana appena tosata finiscono sotterrate o in discarica. È tutta quella che viene dalla tosa delle pecore destinate alla produzione di latte per formaggi. Il problema è che è considerata di bassa qualità, ma esistono buone pratiche di recupero. A dirlo è uno studio dell’Ispra.

110 scuole primarie in Inghilterra servono pasti privi di carne agli...

Sono 110 le scuole di Londra che aderiscono al programma School Plates, che offre un pasto senza carne alla settimana ai bambini della scuola primaria. Il programma fa parte di una campagna nazionale di sostenibilità che mira a ridurre il consumo globale di carne animale del 50% entro il 2040.

Ortofrutta, arriva il packaging naturale che riduce gli sprechi

Un packaging ecosostenibile a base di cartone e oli essenziali ad azione antimicrobica, che permette a frutta e verdura di durare di più. Il brevetto, tutto italiano, è di Bestack, un consorzio no profit che ha messo a punto l’imballaggio con l’Università di Bologna. Risultato? L’ortofrutta dura di più e si riducono gli scarti.

L’orto in città? Riduce i rifiuti e ci fa risparmiare!

Sono belli da vedere ma, soprattutto, fanno bene all’ambiente e al bilancio familiare. Sono gli orti urbani, piccoli spazi agricoli "rubati" alla città che negli ultimi anni sono spuntati tra strade e palazzi. Secondo uno studio dell'Università di Bologna, con un orto domestico tra i 10 e i 20 metri quadri, si copre il fabbisogno annuale di verdura di una persona. Senza dimenticare che in questo modo diminuiscono i rifiuti: si compra di meno e si utilizza l’organico come fertilizzante.

Economia Circolare dei rifiuti organici: al via il master del CNR

Un Master per formare i professionisti dell’economia circolare dei rifiuti organici e delle biomasse. Lo organizza il CNR a Milano da ottobre 2018 a giugno 2019. Riservato a 20 partecipanti, le iscrizioni terminano il 10 settembre.

McDonald’s e Starbucks collaborano per la ricerca di una soluzione riciclabile...

La piattaforma NextGen Cup Challenge è prevista per il lancio a settembre con in palio un finanziamento fino a 1 milione di dollari per innovatori e imprenditori che riusciranno a sviluppare una soluzione di coppa riciclabile e / o compostabile a livello mondiale.

Differenziata in vacanza: come funziona?

Siete al mare, lontano da casa, e non sapete dove buttare la spazzatura? Siete tormentati dal dilemma di cosa buttare nel sacchetto dell’umido, che staziona da giorni all’ingresso con 40 gradi all’ombra, generando odori preoccupanti? Niente paura, con pochi semplici regole potete essere turisti responsabili e sostenibili.

E se le isole minori diventassero laboratori di sostenibilità?

E se la piccola isola, quella dove magari vi trovate per le vacanze estive, diventasse un laboratorio di economia circolare? Secondo Legambiente le isole minori italiane potrebbero essere la sede ideale di progetti pilota di piccoli territori in cui fabbisogno energetico sia soddisfatto dalle rinnovabili, dove si pratichi una vera riduzione dei rifiuti, che spesso devono essere portati sulla terraferma, e dove non ci siano sprechi idrici.

I cambiamenti climatici potrebbero far salire il costo dell’acqua

Un nuovo rapporto dell'Istituto per ingegneri meccanici Britannici afferma che nei prossimi anni l'industria dell'acqua avrá costi sempre maggiori.