Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Read More

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Imprese

Federazione europea imprese ambiente, un italiano alla vicepresidenza

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Spreafico, consigliere di FISE Assoambiente, diventa numero 2 della FEAD, che rappresenta 18 Paesi europei e 3 mila aziende.

C’è un italiano ai vertici della FEAD, la Federazione Europea delle imprese che operano nei servizi ambientali e nella gestione dei rifiuti. È Cesare Spreafico, consigliere di FISE Assoambiente e presidente dell’Impresa Sangalli, nominato vicepresidente della FEAD nel corso dell’Assemblea Generale tenutasi la settimana scorsa a Parigi.

FEAD, attraverso le associazioni nazionali di categoria ad essa aderenti, tra cui FISE Assoambiente per l’Italia, rappresenta 18 Paesi europei, inclusi Serbia e Norvegia, e 3.000 aziende con 320.000 addetti, che gestiscono circa il 60% del mercato dei rifiuti urbani e oltre il 75% dei rifiuti industriali e commerciali in Europa, con un fatturato annuo complessivo di circa 75 miliardi di euro.

“Sono orgoglioso di rappresentare l’Italia e FISE Assoambiente in un consesso così importante – ha dichiarato il neo Vicepresidente FEAD Cesare Spreafico – perché sono convinto che la gestione dei rifiuti sia una delle sfide europee più importanti che ci aspettano e che potremo vincere solo se saremo in grado di cambiare l’approccio, considerando il rifiuto non più un problema ma una risorsa. In Europa oltre alla Circular Economy sono in discussione altri temi fondamentali per il nostro settore, in particolare le tematiche di fair competition, sulle quali è mia intenzione dar voce anche alle esigenze delle imprese italiane”.

Cesare Spreafico, classe 1946, dopo aver conseguito la Laurea in Ingegneria Chimica presso il Politecnico di Milano con iscrizione all’Albo Professionale e un MBA presso l’Università Bocconi, ha ricoperto negli ultimi 20 anni ruoli di responsabilità in Italia e all’estero in società, aziende e fondazioni attive nel settore delle bonifiche, dell’ingegneria civile e del recupero e riciclo rifiuti.

Tra gli altri incarichi, dal 2000 al 2011 è stato Direttore di COREPLA – Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi in plastica, mentre dal 2013 è presidente dell’azienda del settore recupero e riciclo rifiuti ARGECO SpA. Dal 2014 è presidente dell’Impresa Sangalli, azienda leader nel settore dei servizi ambientali. Dal settembre 2015 è membro del Consiglio Direttivo di FISE Assoambiente.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



aziende


Garc SpA



vai alla scheda

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Read More

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi